Riforma Catasto: meno complicato accedere agli atti | Chicercacasa.it
Prec    Succ

Riforma Catasto: meno complicato accedere agli atti

24 gennaio 2017

Nuovo passetto in avanti per la riforma del Catasto.

Nulla che comunque può far pensare a una nuova rivoluzione, ma se non altro si tratta del più recente segnale che quella riforma di oltre un anno fa, non è definitivamente caduta nel dimenticatoio. Così, nel giugno 2015, la presentazione di una nuova disciplina del Catasto attesa da 100 anni; un paio di mesi dopo è arrivata la rivoluzione delle visure catastali, passaggio storico ai metri quadrati, abbandonando il numero vani, come criterio per il calcolo delle rendite immobiliari e infine, l’ulteriore svolta digitale con il definitivo addio agli archivi cartacei. Oggi, quindi, il nuovo passaggio e allora… verrebbe da dire “Eppur qualcosa si è mosso”.

In realtà quella di oggi è una novità tutta legata al lavoro dei professionisti i quali avranno vita più facile nella compilazione e nel controllo degli atti di aggiornamento delle banche dati catastali e ipotecaria. E’ possibile, infatti, scaricare dal sito dell’Agenzia delle Entrate il software cosiddetto Scrivania del Territorio.

Si tratta di un nuovo strumento-software che prevede un nuovo Sistema Integrato del Territorio (Sit), un’evoluzione dell’attuale sistema catastale e cartografico che consentirà una gestione integrata delle informazioni relative al patrimonio immobiliare di ogni Comune e dell’intero territorio italiano.

Uno strumento per i professionisti, ma una nuova opportunità anche per i cittadini comuni: grazie a questo programma, infatti, ogni utente non dovrà scaricare archivi di supporto dal sito istituzionale delle Entrate per la compilazione delle dichiarazioni.

Con il nuovo software inoltre è possibile, per esempio, controllare l’esistenza degli identificativi catastali degli immobili, dei codici fiscali dei soggetti da iscrivere in catasto e degli indirizzi associati alle unità immobiliari.

In particolare, quindi, ed entrando più nel dettaglio del nuovo software, la Scrivania del Territorio potrà assistere il professionista nella compilazione e nel controllo degli atti di aggiornamento, secondo un processo di cinque fasi: - l’autenticazione dell’utente ai servizi telematici; - la disponibilità delle informazioni necessarie per compilare il documento; - la compilazione vera e propria delle informazioni; - l’attivazione di servizi di utilità finalizzati alla compliance; - la trasmissione per via telematica del documento attraverso il portale Sister. In ultimo, e secondo l’annuncio dell’Agenzia delle Entrate, questo nuovo strumento sarà gradualmente implementato con le nuove versioni di altri software che permetteranno di dialogare con la scrivania.

Tag

ARTICOLICORRELATI

Affitto a Bergamo: quali sono i canoni di...

Affittare una casa a Bergamo da luglio costa di più, in media si arriva a circa 7,9 euro al ...

Continua a leggere

Casa e leasing: ora la casa si compra così.

È appena iniziato un anno nuovo e per chi intende o è orientato a comprare casa si ripropongono molte e ...

Continua a leggere

chicercacasa
quilatrova