Tende da sole: ecco le agevolazioni fiscali. | Chicercacasa.it
Prec    Succ

Tende da sole: ecco le agevolazioni fiscali.

04 maggio 2017

Il rischio era che gli incentivi fiscali, sotto forma di credito d’imposta del 65% e definiti eco-bonus, potessero essere cancellati con il nuovo anno. Avrebbe significato tornare al regime fiscale ordinario del 36% e vanificare così quella corsa agli investimenti per riqualificare da un punto di vista energetico ogni immobile energivoro e vetusto.

Invece questo rischio è venuto meno. Il decreto che ha recepito la legge di Stabilità 2017 ha infatti prorogato a tutto quest’anno le stesse agevolazioni fiscali e nella stessa misura già in vigore l’anno scorso.

Nell’elenco delle agevolazioni figurano quindi non solo gli interventi più pesanti, tipicamente di edilizia come cappotti, coperture e sostituzioni degli impianti termici con sistemi più efficienti e a più basso consumo di energia.

Accanto a questi lavori, gli incentivi fiscali sono stati previsti anche per tutti quelli “accessori” che aiutano a risparmiare energia perché proteggono la casa dal caldo o dal freddo. Così gli incentivi fiscali del 65%, intesa come possibilità di detrarre il 65% delle spese sostenute per installare sistemi come tende esterne, tapparelle e oscuranti.

Dal 1° gennaio di quest’anno, quindi, è stato prorogato il bonus Irpef del 65% per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari anche per chi non cambia le finestre. La proroga del beneficio degli incentivi del 65% per l’acquisto e la posa in opera delle schermature solari vale anche per chi comunque non cambia le finestre, ma semplicemente le protegge o le scherma.

Ma vediamo come funziona e come poterne usufruirne.

Primo dato: l’agevolazione riguarda le spese sostenute dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, fino a un valore massimo della detrazione di 60.000 euro, per tende esterne o interne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate, ed in generale le schermature.

E’ detraibile sia l’intervento di installazione ex novo di schermature solari sia la sostituzione di schermature solari esistenti.

La novità: è scomparso l’obbligo dell’acquisto degli infissi per ottenere il bonus del 65%: ora sarà possibile detrarre la spesa per le tende esterne indipendentemente dall’acquisto delle finestre. Ad esempio, se in mansarda ci sono già dei lucernari che non sono protetti esternamente, e ti sei reso conto che sarebbe utile dotarli di tende esterne motorizzate o tende interne, ora queste si possono acquistare con il bonus: a conti fatti costeranno meno della metà.

Come fare domanda della detrazione del 65%. La comunicazione va fatta online direttamente sul portale dell’Enea, e deve avvenire entro 90 giorni dalla fine dei lavori. La fine dei lavori può coincidere con la data di collaudo che può essere attestata con un verbale di collaudo ad hoc.

Per ottenere la detrazione bisogna effettuare correttamente i pagamenti secondo la categoria fiscale a cui si appartiene: le persone fisiche (compresi gli esercenti arti e professioni, e gli enti non commerciali) devono pagare le fatture a mezzo di bonifico bancario o postale sugli appositi modelli predisposti dagli istituti bancari o postali per gli interventi di riqualificazione energetica.

Per i soggetti fiscali con reddito d’impresa (le imprese individuali, le società e gli enti commerciali) non è obbligatorio pagare a mezzo di bonifico bancario o postale. In questi casi è sufficiente essere in possesso di documenti che attestano il pagamento dei lavori che rientrano nella detrazione.

Ma quali sono le schermature solari detraibili? La guida dell’Agenzia delle Entrate specifica che per schermature solari si intendono quelle indicate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006, cioè chiusure oscuranti e tende esterne che fanno rispettivamente capo a queste norme di prodotto: UNI EN 13659 Chiusure oscuranti (compresa la sicurezza) e UNI EN 13561 Tende esterne (anche in questo caso compresa la sicurezza).

Per meglio capire quali tipi di oscuranti sono agevolabili, ecco alcuni esempi: tende da sole; tende per lucernari; tende per serre; tende a bracci; tende per facciate; tenda da facciata a rullo; tende a veranda; tende a pergola; cappottine; schermi solari mobili; veneziane esterne; frangisole; chiusure oscuranti; persiane; scuri; tapparelle; tende interne.

Per poter ottenere il bonus che, ricordiamo, viene erogato sotto forma di credito Irpef in dieci rate annuali di pari importo, È fondamentale che il prodotto sia posto in prossimità di una superficie vetrata, deve infatti servire a schermare dal sole porte a vetri o finestre. Inoltre la schermatura deve essere mobile, deve potersi aprire e chiudere per modulare la schermatura del sole.

L’estensione della detrazione fiscale del 65% anche per le tende esterne e le chiusure oscuranti conferma il ruolo importante di questi componenti nel determinare l’efficienza energetica degli edifici, soprattutto per quanto riguarda il raffrescamento estivo.

ARTICOLICORRELATI

HOMI: il Salone degli Stili di Vita | Milano

Il Salone degli Stili di Vita si terrà dal 12 al 15 settembre. Il design e l’arredamento non sono ...

Continua a leggere

Come comprare casa con l'aiuto dei genitori.

Il mattone ha riconquistato il cuore degli italiani. E al tempo stesso il mattone è tornato forte come idea di ...

Continua a leggere

chicercacasa
quilatrova