Triennale di Milano: Salt & Pepper Shakers | Chicercacasa.it
Prec    Succ

Triennale di Milano: Salt & Pepper Shakers

17 giugno 2015

Basta guardarsi intorno per scoprire che il design si trova un po’ ovunque, al punto che, volendo precisare, si trova anche nelle piccole cose.

Ed è questo il caso della mostra in corso presso il Triennale Design Museum di Milano intitolata “Salt & Pepper Shakers”, ovvero una sorprendente collezione di salini e pepini.

Che il design abbia invaso il mondo della cucina è un fatto assodato: è infatti comune trovare nelle cucine di quasi tutte le case qualche oggetto originale e famoso. Perché quindi questo fenomeno non avrebbe dovuto interessare anche il mondo dei piccoli contenitori destinati a sale e pepe? Alla Triennale potrete scoprire una selezione di circa 600 coppie di salini e pepini provenienti dalla collezione di Paola Trifirò Siniramed, curatrice della mostra.

L’esposizione è organizzata per nuclei tematici, che vi porteranno alla scoperta di un mondo dove questi oggetti da cucina possono assumere le sembianze di qualunque cosa: da animali a giocatori di baseball, da dinosauri a barche e frullatori, il tutto in svariati materiali, quali ceramica, porcella, legno o vetro.

E la collezione non poteva che essere davvero originale, considerando il primo pezzo che è entrato a farne parte: trent’anni fa a Edimburgo Paola Trifirò Siniramed trovò una coppia di cagnolini alla guida di una limousine degli anni Cinquanta e diede così il via alla collezione, che oggi conta più di 2.000 pezzi, da quelli storici e a quelli di designer moderni e contemporanei.

La storia dei salini e pepini comincia negli Stati Uniti a inizio Novecento, ma l’apice della produzione si raggiunge tra gli anni Quaranta e Settanta.

Sapevate che a seconda della loro struttura hanno un nome specifico? Normalmente infatti la coppia è costituita da due pezzi separati, ma nel caso dei nesters un pezzo si trova annidato sull’altro: per esempio Elvis Presley, salino, è seduto sulla sua limousine azzurra, il pepino; gli hangers invece sono gli appesi ed è il caso della scimmietta, il salino, sospesa con la coda al ramo di un albero, il pepino; infine esistono i noddings, gli oscillanti, che appoggiati su una base si muovono ritmicamente avanti e indietro.

Se siete curiosi e magari volete cogliere qualche idea originale per la vostra cucina non vi resta che andare alla Triennale di Milano: la mostra è stata inaugurata il 13 maggio, rimarrà aperta fino al 29 giugno e l’ingresso è libero.

Tag

ARTICOLICORRELATI

Classificazione Energetica: norme e certi...

Sapete qual è la classe energetica della vostra abitazione o come fare per scoprirlo? La classe energetica, questa sconosciuta. Proprio ...

Continua a leggere

Case in vendita: è il momento di comprare...

L’ultimo dato sembra spazzare via ogni dubbio. E la casa torna sotto i riflettori delle famiglie e dei piccoli ...

Continua a leggere

chicercacasa
quilatrova