Compro casa con il mutuo a tasso fisso. | Chicercacasa.it
Prec    Succ

Compro casa con il mutuo a tasso fisso.

27 Giugno 2016

Mutui sempre più a portata di portafoglio. Continuano infatti a scendere i tassi di interesse applicati ai prestiti ipotecari concessi in Italia per l’acquisto di immobili residenziali. Questa è la notizia più importante contenuta nell’analisi mensile messa a punto da Abi, l’Associazione bancaria italiana. Secondo infatti il rapporto diffuso nei giorni scorsi, a maggio 2016 il tasso medio applicato alle operazioni di finanziamento per l’acquisto di immobili residenziali è stato pari al 2,24%, un livello che ha segnato il nuovo minimo storico. Se si volge indietro lo sguardo e si osserva la serie storica di questi valori la discesa è veramente notevole; ad aprile 2016 il valore medio era di poco superiore (2,29%), ma tornando al 2007 il tasso medio cui veniva indicizzato il prestito concesso dalle banche ai mutuatari era pari al 5,72%, oltre il doppio di quello attualmente praticato.

La scelta del fisso Cercando di garantirsi questi indici per tutta la durata del finanziamento, sempre secondo il rapporto di Abi, 2 mutuatari su 3 scelgono di applicare al proprio contratto il tasso fisso, mentre solo 1 è disposto a rischiare per provare a godere di tassi ancora inferiori ed essendo comunque abbastanza certo del fatto che, in caso gli indici tornino a salire, la surroga è comunque un’opzione molto reale. Cresce anche, nella misura dell’1,4% il valore complessivo dei mutui concesso nel nostro Paese. I prestiti alle famiglie sono passati dai 1.279 miliardi di euro della fine 2007 agli attuali 1.405,5 miliardi di euro. Questi sono senza dubbio piccoli segnali, ancora non fortissimi, ma infinitamente importanti visto che vanno tutti nella stessa medesima direzione, quella di una sostanziale ripresa del mercato che molti si auguravano e tanti consumatori aspettavano. E che sembra ormai una certezza.

Verso la normalità Così come sembra ormai una certezza anche il riavviarsi verso la normalità lo stesso mercato dei mutui per la casa. Questa volta a dirlo sono i dati che arrivano direttamente dal mercato e dagli stessi operatori principali del settore, che hanno quantificato nel 3,8% la diminuzione degli importi effettivamente concessi alle famiglie nel periodo compreso fra novembre 2015 ed aprile 2016. L’analisi, che è stata compiuta su un campione di oltre 15.000 richieste di finanziamento giunte ai due portali, fissa in 118.000 euro l’importo concesso a chi ha richiesto un mutuo e al 53,5% il loan to value, vale a dire la percentuale del valore dell’immobile pagato tramite il mutuo ottenuto dalla banca. Risulta sostanzialmente identico, si scopre ancora scorrendo i dati, il profilo di chi il mutuo lo richiede; si tratta mediamente di un quarantenne che intende restituire il finanziamento in 21 anni e preferisce il tasso fisso.

Il peso della surroga Se aumenta la percentuale dei mutui concessi, si riduce, di contro, il peso che la surroga ha sul totale. Fino a sei mesi fa questo particolare tipo di finanziamento rappresentava il 59% del totale, oggi è invece corrispondente al 50% dei mutui concessi. Suona una musica diversa, e non necessariamente più lieta, per ciò che riguarda i mutui per la prima casa. Anche essi in crescita (rappresentano il 39% di quelli erogati in Italia secondo l’osservatorio dei portali internet Mutui.it e Facile.it), vedono però ridursi gli importi concessi (oggi la media è pari a 123.500 euro mentre prima si arrivava a 125.000 euro) portando così al 5% la differenza fra ciò che gli aspiranti mutuatari richiedono e quello che viene effettivamente concesso loro dall’Istituto di credito. Il loan to value dei mutui prima casa è pari, oggi al 62,2%, la durata del finanziamento a 23 anni.

Tag

ARTICOLICORRELATI

Arredare casa: la cucina all'americana

Sia che voi stiate cercando casa o che già ne abbiate una e semplicemente desideriate rinnovare, la cucina all’americana ...

Continua a leggere

Fuorisalone 2015: il design a Milano

Il conto alla rovescia è iniziato e gli amanti del design scalpitano: l’edizione 2015 del Fuorisalone di Milano si ...

Continua a leggere

chicercacasa
quilatrova